img
TURISMO INDUSTRIALE VICENZA img
img img Versione Italiana img
img Deutsche Ausgabe img img img
Home Page img Contattaci
img
Turismo industriale a Vicenza img Cosa visitare img Aziende & Outlet img News & Eventi img Pubblicazioni img Link utili
img
img
img img img
Clicca qui per la localizzazione delle aziende
img
img img img
img img
img
img img
img
img img
img
img img
img
img
img
img img img
img img
img img img
img
img
img
Turismo industriale a Vicenza
img img img
img
ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE
img
Il concetto di turismo industriale va oltre a quello di visita alle imprese e comprende anche l'archeologia industriale, dottrina che studia i reperti e le testimonianze della rivoluzione industriale in tutti i suoi aspetti e contenuti:
macchine, processi produttivi, edifici, tecnologia, infrastrutture, documenti e archivi d'impresa.

Questo settore nasce negli anni '50 del secolo scorso nel mondo anglosassone e comprende le superstiti testimonianze delle maniere antiche di costruire e vendere le cose, oltre che di trasportare materiali e genti da un luogo all'altro.

La provincia di Vicenza ospita una delle più importanti testimonianze di archeologia industriale in Italia: Schio, ribattezzata anche, proprio per il suo valido e unico patrimonio a livello nazionale, "la Manchester d’Italia".

La fortuna di questa cittadina, a km dal capoluogo berico, si deve principalmente all'arte della lana, che vide la sua costante ascesa dal '700 grazie al primo importante lanificio del veneziano Niccolò Tron e grazie alla concessione da parte della Serenissima di produrre "panni alti" ovvero di qualità superiore (1701).

Sarà Francesco Rossi, all'inizio del XIX secolo ad avviare un processo esemplare di industrializzazione; il figlio Alessandro porterà poi nel corso del '800 ad altissimi livelli lo sviluppo manifatturiero locale.
img
img File La Civiltà Industriale a Schio  (1501 KB)
img
img
img
© 2008-2010/19 - Vicenza è - Tutti i diritti riservati
img